Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti. Continuando la navigazione o chiudendo questo banner, presti il consenso al loro utilizzo.

SVELATO IL MANIFESTO DI IBLA BUSKERS 2019, IN PROGRAMMA DAL 10 AL 13 OTTOBRE A RAGUSA IBLA

71211258_2527240024059944_4568507054343323648_n-1.jpg
L’ARTE DIVENTA ARTE. L’AMORE CREA AMORE. E’ ARRIVATO IL TEMPO DI RICAMBIARE: ABBRACCIAMO LA NOSTRA TERRA E PRENDIAMOCI CURA DELLA SUA BELLEZZA. RAGUSA – E’ un attimo: quella speciale connessione tra il sentire individuale e la comprensione del più vasto e profondo respiro della terra. Un contatto virtuale che tocca la più intima corda del cuore: un abbraccio che sa di divino che ci conduce a una più concreta percezione del mondo. E’ un attimo: ha la durata del battito di ciglia di un alieno venuto da lontano, ma la forza del soffio del vento che spinge via una mongolfiera. Lo cattura l’opera-manifesto di Ibla Buskers 2019. Lo descrive il tratto distintivo di Giovanna Alberini, l’artista che da sempre disegna l’immagine visiva del festival di artisti di strada in programma dal 10 al 13 ottobre prossimo a Ragusa ibla. Una lunga storia di attimi unici, carichi di emozioni e sentimenti, quella di Ibla Buskers che quest’anno festeggia i 25 anni. Uno a uno li regala qua e là; il suo spirito aleatorio, che sia il saggio alieno o la mongolfiera carica di sogni, li distribuisce alacremente. E così facendo crea magia. L’arte diventa arte, porta grazia, regala poesia. L’arte dona delicatezza, scuote d’energia. L’arte genera quell’attimo prezioso in cui l’io incontra la quintessenza della madre terra e in essa trova riposo. Tutto è chiaro: nitida, arriva la consapevolezza di quanta energia ci circonda, la si avverte sulla pelle, quanta forza vitale, quanta tenerezza. Si respira amore e la magia si ripete: con gli occhi benevoli di una simpatica creatura venuta da lontano osserviamo il nostro mondo, lo riconosciamo, e per questo scegliamo di proteggerlo. Un manifesto che quest’anno lancia un invito importante, in un momento storico in cui da diverse parti del mondo si alzano messaggi ambientalisti, che sceglie di evidenziare come anche l’arte, nelle sue diverse espressioni, svolga un ruolo importante nella tutela dell’ambiente. Apriamo gli occhi, avvertiamo il “nostro” attimo: il pianeta ci accoglie, ci ospita, ci nutre, ci anima, è arrivato il tempo di ricambiare. Di abbracciare la nostra terra e di prenderci cura della sua bellezza. A breve sul sito www.iblabuskers.it e sui canali social il programma 2019. 30 settembre 2019 ufficio stampa Michele Barbagallo per MediaLive
La festa meticcia dal cuore siciliano. Da oltre vent’anni centinaia di artisti provenienti da tutto il mondo raggiungono la cittadella barocca di Ragusa Ibla per dare vita alla festa popolare di Ibla Buskers. Giunto alla sua 25esima edizione il Festival è oggi uno dei maggiori eventi culturali del sud Italia e conta circa 60.000 visitatori annui, mantenendo inalterato il suo originario spirito artigianale capace sempre di ricreare quella magica alchimia tra artisti e pubblico nel palcoscenico naturale delle strade e delle piazze di Ragusa Ibla.

Social

IBLABUSKERS © 2018. Tutti i diritti riservati.