Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti. Per maggiori info, leggi l'informativa.

E' iniziato Ibla Buskers 2011

e_iniziato_iblabuskers_2011.jpg

RAGUSA – La festa è iniziata, gli artisti di strada sono tornati a Ibla per animare la splendida cittadella barocca incantandone il pubblico. E’ partito ieri sera Ibla Buskers 2011, l’atteso festival meticcio dal cuore siciliano che vedrà fino a domenica prossima, 16 ottobre, il susseguirsi delle esibizioni di straordinari artisti.

Acrobati, giocolieri, musicisti, giullari, compagnie teatrali provenienti da più parti del mondo stanno già colorando con la loro presenza le strade, i vicoli, le piazze, le scalinate di Ragusa Ibla. La diciassettesima edizione porta con sé tante novità e sorprese per i visitatori. Tra queste la riscoperta della “città di mezzo”, il quartiere che unisce Ragusa Superiore a Ragusa Ibla. Da qui parte il viaggio tra lo spettacolo, la musica, la voglia di divertirsi. Scenario mozzafiato per quanto sono scesi a Ibla a piedi, partendo dalla chiesa di Santa Maria delle Scale. Uno scenario incantato, noto ai telespettatori del commissario Montalbano, che ha accolto l’irriverente spettacolo di Guglielmo Bartoli, con la sua critica politica ad un’Italia da cambiare. Più giù, a Largo Cancelleria, grandi e piccini tutti increduli per la bravura degli artisti che hanno partecipato al “Focus” di quest’anno, dedicato alla giocoleria. Tra cerchi, palline e clave, bravissimi Wallid, Riccardo Tanca e Raul Garcia. Giocoleria e ironia per Andrea Farnetani. Festa in piazza Repubblica con la Banda Panika e i mattacchioni de La Sbrindola. Grande festa anche in piazza Duomo dove si sono susseguiti il giocoliere Cristiano Nocera, il fachiro Nirname e poi ritmi esplosivi con la band spagnola La Pegatina che ha fatto ballare il pubblico tra mille sonorità. Spettacoli interessanti anche a piazza Pola con le irresistibili contorsioni di Peter Weyel, la musica della Banda Panika e gli acrobati Los Caneca. Tutti con il naso all’insù, in piazza Chiaramonte, per gli artisti del Cirque Branc e le evoluzioni aeree ai trapezi. Tecnica e manipolazione per Los Santos alla sala Falcone Borsellino. Fittissimo anche il programma per sabato 15 ottobre con gli artisti che gireranno lungo le vie di Ibla facendo scoprire angoli suggestivi. Tra le novità c’è l’Ibla Bazar, esposizione di arti e mestieri in strada con spazi dedicati all’artigianato, ma c’è anche l’Ibla Respect, una campagna di sensibilizzazione verso la cura e il rispetto del centro storico che ospita la manifestazione. Il consiglio per assistere al festival è quello di scendere a piedi. Ma per chi vuole, c’è anche il bus navetta che parte da piazza Libertà e si ferma in via Ottaviano (circonvallazione). Questi gli orari: venerdi' dalle 20 all’1,30, sabato dalle 19,30 alle 2,30, domenica dalle 18 all’1. Il costo in andata e ritorno è di 1 euro e in cambio si riceve un segnalibro.
ufficio stampa MediaLive
14 ottobre 2011

La festa meticcia dal cuore siciliano. Da oltre vent’anni centinaia di artisti provenienti da tutto il mondo raggiungono la cittadella barocca di Ragusa Ibla per dare vita alla festa popolare di Ibla Buskers. Giunto alla sua XXIII edizione il Festival è oggi uno dei maggiori eventi culturali del sud Italia e conta circa 60.000 visitatori annui, mantenendo inalterato il suo originario spirito artigianale capace sempre di ricreare quella magica alchimia tra artisti e pubblico nel palcoscenico naturale delle strade e delle piazze di Ragusa Ibla.

Social

IBLABUSKERS © 2017. Tutti i diritti riservati.